Arpista eclettica, Désirée Dell’Amore nasce nel 1979 a Cesena dove all'età di dieci anni intraprende gli studi musicali frequentando il Conservatorio B. Maderna.

Nel 1999  consegue il diploma con il massimo dei voti e nel 2000 si trasferisce a Milano dove intraprende la carriera professionale.

Si perfeziona con diversi arpisti di fama mondiale, tra cui Catherine Michel (prima arpa dell'Opera di Parigi), Esther Gattoni, Lisetta Rossi, Skaila Kanga; frequenta le masterclass di arpa jazz guidate da Park Stickney e di arpa celtica con Anne-Marie O' Farrell, Wendy Stewart e Dominig Bouchaud.

 

Parallelamente all'attività musicale, consegue nel 2007 la laurea in Musicologia presso l'Università Statale di Milano.

 

Il periodo milanese la vede protagonista nei più' svariati ambiti e contesti musicali; si esibisce in concerti e festival in tutta Italia e all'estero (Svizzera, Francia, Germania, Spagna, Portogallo, Polonia). Nel 2002 e 2003 è invitata a partecipare ad una tournée in Giappone in qualità di rappresentante della musica italiana con l'arpa.

Ha collaborato con artisti della scena pop e jazz italiana, tra cui Mario Biondi, Cesare Cremonini, Dolcenera, Milva, Cecilia Chailly, Lucio 'Violino' Fabbri, e con lo scrittore Stefano Benni.

 

Il suo personale e ricercato stile musicale spazia dalla musica classica al jazz, dalla musica world alla crossover.

Trasferitasi a Zurigo, ha intrapreso il cammino alla ricerca del proprio mondo poetico e musicale dedicandosi alla composizione di brani strumentali e cantati. Questo lavoro di scoperta delle proprie inclinazioni e attitudini è sfociato nella nascita del suo attuale progetto: un viaggio musicale tra sonorità sottili e raffinate, un'esperienza ricca di emozioni e momenti densi di fascino. Désirée si propone qui come arpista e cantante, accompagnata dal sassofono di Daniel Küffer e dalle percussioni di Andi Pupato.

 

Come docente di arpa insegna privatamente e propone sia in Italia che in Svizzera  laboratori e seminari per arpisti principianti e professionisti.